Contattaci: Chat gratuita

Youtube

SOTTOCOSTO

CHIAMACI CON SKYPE

CLICCA SUL LOGO IN BASSO!! E' necessario avere un profilo gratuito Skype.

DIVENTA NS. FAN

CHI E' ON LINE

Abbiamo 43 visitatori e nessun utente online

AREA RISERVATA

Follow your business

NOVITA'

Virtual Design Experience...
NIUOVA LINEA BAGNI ECO-SOSTENIBILE...
Il vs. progetto ovunque siate sempre con voi...
!!!! OFFERTE SOTTO COSTO !!!!...
RISTRUTTURAZIONI CHIAVI IN MANO...

TRITARIFIUTI

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il dissipatore o più comunemente conosciuto "TRITARIFIUTI" è da sempre stato al centro di numerose polemiche tra gli installatori per il mistero delle eventuali complicazioni che potrebbero insorgere dopo la sua installazione.

 

Sfatiamo subito un mito cioè che il Tritarifiuti non si possa installare in Italia!!!

Il comma 3 dell'articolo 107 (DL. 152/2006) modificato e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 03/01/09 autorizza l'uso dei dissipatori di rifiuti alimentari nello smaltimento dei rifiuti organici domestici e la compatibilità degli stessi con gli scarichi fognari.

Perciò è di fatto possibile installare il Tritarifiuti in qualsiasi abitazione, anche se, a parer mio, è preferibile non farlo in case i cui impianti risultano essere precedenti agli anni 70; tale precisazione era doverosa semplicemente perchè in quegli anni gli tubazioni erano in piombo e particolarmente stretti.

Coloro che hanno invece una casa costruita dopo gli anni 70 le cui tubazioni di scarico non sono in piombo ma in pvc possono utilizzare senza problemi il dissipatore sotto il lavandino della propria cucina.

La scelta del dissipatore influisce moltissimo nello smaltimento dei rifiuti, infatti, è stato calcolato che abbatte del 20% la produzione di rifiuti.

Basti pensare che se tutti usassimo il tritarifiuti nelle ns. case almeno due passaggi alla settimana dei camion della spazzatura sarebbero eliminati.

Alcuni comuni virtuosi, pochi per la verità, a fronte di un'installazione del dissipatore emettono uno sgravio di imposta dei rifiuti solidi urbani.

Come funziona il dissipatore? E' sufficiente collegarlo al posto della piletta di scarico del lavandino e collegare il suo foro di uscita allo scarico a parete, infine un cavo alla presa di corrente ed il gioco è fatto.

Prima di azionare il tritarifiuti si apre il rubinetto dell'acqua si accende l'elettrodomestico e si inserisce al suo interno tutto il cibo avanzato che terminato il processo di miniaturizzazione diventa al massimo delle dimensioni di un coriandolo.

Ovviamente ce ne sono di diverse dimensioni ma la differenza sta solo nel tempo di utilizzo e nelle dimensioni del rifiuto triturato.

Per qualsiasi  informazione potete contattarci. Siamo sempre a vs. disposizione.